I vantaggi delle benne ROBIN ANTI-CHIGNON®

Le benne ROBIN ANTI-CHIGNON® garantiscono una qualità di semina superiore, con un apparato radicale di forma naturale senza deformazioni.

I numerosi vantaggi del sistema brevettato della benna ANTI-CHIGNON® ROBIN

Dispositivo anti-bun

Eccellente crescita e sviluppo di giovani piante grazie a un apparato radicale senza malformazioni.

Autocompiacimento integrale

Su tutta la superficie del tumulo e sul fondo del secchio che porta a uno sviluppo radicale con una chioma molto densa e senza malformazione, che ottimizza il recupero.

Freschezza delle piante

Consegnati sui tuoi siti nelle loro casse in crescita, la freschezza è preservata durante il trasporto e in attesa sul sito prima di piantare.

Allungando il periodo di semina

  • Risparmia tempo
  • Calibro non necessario
  • I ciuffi di forma regolare e conica facilitano la messa a punto

Garanzia di recupero

Garantiamo il recupero di tutti gli impianti consegnati nella tazza ROBIN ANTI-CHIGNON® con la nostra garanzia di recupero.

manovrabilità

Le custodie Robin leggere e compatte a nido d'ape sono facili da maneggiare anche su terreni accidentati.

impilabile

Trasportando le piantine nel sito di semina impilando le casse sul lato (come facciamo durante le nostre consegne con i nostri camion), guadagnerai del volume.
Per le consegne del nostro ROBIN TRUFFIER PIANTA, le cassette vengono stoccate sugli scaffali, al fine di trasportare gli impianti in piedi nelle migliori condizioni, senza alcun rischio di danneggiare le piante.

Volume del campione TRUFFIER Robin in benna ANTI-CHIGNON® R430 ROBIN
Van: tipo di master 4.500 piante o 100 casse disposte su una mensola
Tipo van Berlingo 675 piante o 15 casse

Suggerimenti per l'utilizzo delle tazze ROBIN ANTI-CHIGNON ®

Suggerimenti per la conservazione e la conservazione di piantine

Per ottenere i migliori risultati, ecco alcuni suggerimenti per conservare e conservare i semenzali dopo la consegna, non appena riceviamo le piantine, consigliamo:

  • Conservare le cassette sul terreno, (piante in posizione verticale), all'aperto e al riparo dal vento.
  • Fare attenzione se le piante devono essere conservate in un capannone o in cantina per motivi specifici, assicurarsi che questo posto sia arioso e leggero. Non lasciare le piante al buio per diversi giorni consecutivi.
  • Se la piantagione è in ritardo, è possibile mantenere le piante per diversi giorni o addirittura settimane prima di piantarle all'aperto e, se possibile, in un luogo riparato.
  • Se lo stoccaggio in caso di clima secco caldo o ventoso supera una settimana, l'umidità della zolla dovrebbe essere monitorata e annaffiata 1-2 volte a settimana, se necessario.
  • Se il tempo di attesa prima della semina deve estendersi oltre un mese, è consigliabile sollevare le casse dal terreno di pochi cm (da 4 a 10 cm) per consentire l'autocerning (tranne durante l'inverno - dicembre a marzo - quando possono verificarsi forti gelate.

Piantare il tempo

Le piantine ROBIN ANTI-CHIGNON® GODET allungano i periodi di semina. Dal momento che le piantine vengono consegnate nelle loro casse in crescita, possono essere portate fuori dal vivaio e piantate senza alcun rischio per la maggior parte dell'anno.

In autunno, puoi iniziare la piantagione già a settembre in pianura, e già a metà agosto, in montagna. Non c'è bisogno di aspettare che le piante siano "auguste".

Per le piantagioni primaverili è possibile estendere fino a giugno senza rischi.

Per i giovani, PLANT TRUFFIER ROBIN nel secchio ROBIN ANTI-CHIGNON®, la semina è possibile da metà settembre, ma l'inizio dell'autunno è il periodo ideale. Le piantine allestite all'inizio dell'autunno hanno l'opportunità di mettere radici prima dell'inverno, perché anche se sono "auguste", e se la crescita della parte aerea è finita, il sistema radicale continua a crescere. sviluppare finché il terreno è ancora caldo (fino a 10 °, la crescita delle radici continua).

Ciò consente al giovane TRUFFIER ROBIN, come la quercia del tartufo, di stabilirsi prima dell'inverno, che evita il rischio di cumuli invernali e consente un riavvio molto più rapido dal primo caldo della primavera successiva.

Come puoi vedere nelle illustrazioni qui sotto. Grazie alle ROBIN ANTI-CHIGNON® BUCKET e all'autocaring integrale ottenuto su tutta la superficie della root ball, l'architettura naturale del root system è ottimale.

Piantare ai primi di settembre e fare il tifo a metà novembre di una quercia di tartufo:

 

Piantare all'inizio di settembre: 

  • Parte aerea "agosto"
  • Tasti di root in attesa, grazie alla funzione di autocerning

Radicazione di metà novembre:

  • Tutti i germogli della radice vengono riavviati, la crescita delle radici può raggiungere 20 cm tra settembre e novembre
  • Il perno, grazie ad un eccellente autocerning, si riavvia senza deformazione.

IMPORTANTE

I migliori risultati nelle piantagioni in crescita e le percentuali di recupero con piante elevate consegnate nelle benne ROBIN ANTI-CHIGNON® sono sempre state ottenute con piantagioni a caduta molto precoce .

Suggerimenti per la semina

Prima di iniziare a piantare se le zolle sono asciutte, si raccomanda vivamente di annaffiare le piante nelle benne ROBIN ANTI-CHIGNON® (o di affondarle immergendo le casse per alcuni minuti nell'acqua). Così costituirai una riserva di umidità che permetterà al sistema radicale delle piante di avviarsi molto rapidamente.

Ovviamente è necessario assicurarsi che il foro di impianto sia sufficientemente profondo da poter installare correttamente la zolla della radice dal secchio ROBIN ANTI-CHIGNON® e in posizione verticale, senza comprimerlo. La parte superiore del tumulo deve essere coperta da 2 a 3 cm di terreno per evitare effetti di assorbimento.

Al fine di ottimizzare la tecnica di piantagione dei nostri impianti nelle benne ROBIN ANTI-CHIGNON®, e per essere sicuri di mettere le zolle in posizione verticale, e ad una profondità sufficiente, abbiamo sviluppato una fioriera ROBIN specifica.

Cazzo il pettirosso dibble  Introduci la quercia al tartufo nella buca  Tamponare energicamente il terreno, assicurandosi di coprire la parte superiore della sfera della radice di alcuni cm